Imparare a stare da soli: consigli e suggerimenti per il nostro benessere

Imparare a stare da soli: consigli e suggerimenti per il nostro benessere

Imparare a stare da soli: quando la solitudine è una necessità ricercata dal singolo individuo e non imposta dagli altri. Impariamo a star bene con noi stessi e a non dover sempre dipendere dalgi altri.

Nell’epoca della condivisione di massa, a molti fa paura. Cosa? La solitudine, ovvio. Dal pranzo con gli amici, alla gita fuori porta, al licenziamento sul lavoro, al caffè del primo mattino, oggi si condivide di tutto con tutti.

Stare da soli non deve essere considerato sempre una componente negativa della nostra vita. Anziché ritenerla come qualcosa di negativo, potrebbe costituire un modo utile per conoscere meglio noi stessi, un momento da ritagliarsi per prendersi cura di noi.

stare da soli psicologia le cabinet des modes

Stare da soli può essere utile per sviluppare la nostra creatività, ad esempio. Molte attività manuali si possono svolgere proprio nelle ore libere dal lavoro. Via libera, dunque, alla pittura, alla decorazione, al bricolage in cui il cervello è impegnato a creare nuove soluzioni agli stimoli che si trova ad affrontare.

Una ricerca eseguita in Usa sulle donne single over 40 dimostra che la maggior parte di queste è felice, nonostante la loro condizione di solitudine. E questo perché hanno visto in modo diverso lo stare da sole.

Spesso l’esser soli non dipende dal non essere sposati, fidanzati o non avere amici. Tutt’altro: talvolta può succedere che a sentirsi soli siano proprio coloro che vivono fisicamente insieme ad altri.

osho stare da soli aforismi le cabinet des modes

Può succedere che a sentirsi solo o sola sia proprio anche una persona sposata o convivente. Magari a causa di un partner che lo o la trascura.

Il tempo che trascorriamo da soli deve essere di qualità. Imparare a stare bene da soli significa questo: dedicarsi a un hobby, a una passione, ad uno sport, ad un’attività ricreativa o, molto semplicemente, a fare ciò che più ci piace e ci far star bene.

Una passeggiata in mezzo alla natura, una corsa sotto la pioggia, una breve vacanza, due ore trascorse immersi nella lettura di un buon libro o dedicandosi a qualche acquisto sono tutti modi in cui si può trascorrere del tempo in una “sanasolitudine.

Può succedere che si abbia timore della solitudine perché lo stare da soli ci può porre dinanzi a dei problemi, alle proprie angosce o alle preoccupazioni della vita quotidiana.

stare da soli le cabinet des modes meditare

Qui interviene l’insicurezza che ci fa apparire la condizione di solitudine come qualcosa da rifuggire. Dobbiamo sforzarci, allora, di avere fiducia in noi stessi, di coltivare l’amore per noi stessi. Se impariamo a volerci bene e a stare da soli, impariamo anche ad essere sereni e a raggiungere un equilibrio interiore.

Solo così potremo scegliere cosa condividere con gli altri e con chi farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *